Agira.org: il portale di Agira


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.

Se continui la navigazione o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie accedi all'informativa estesa. Per saperne di piu'

Approvo

Sport

La Sveglia N. 1 - Pubblicazione dell' U.S.D. Agira Nissoria

UNA RIVOLUZIONE VINCENTE !!!

Il centrocampista troinese Salvo Compagnone allenatore giocatore al posto del dimissionario Zuccarello Via Longo e Platania, presi D'Amore, Giannazzo, Nicotra e Palumbo. E l'Agira Nissoria torna a incantare

Bisognava invertire la rotta per evitare di ripercorrere l‟incubo retrocessione della passata stagione.
Dodici punti in tredici gare, e soprattutto zero punti in sei trasferte, erano troppo pochi per dormire sonni tranquilli.
E così, scossa è stata.
La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata sicuramente la sconfitta interna (la prima stagionale in campionato) rimediata per opera della "Enzo Grasso" Siracusa alla terzultima giornata d‟andata.
A fine gara, mister Zuccarello comunica le proprie dimissioni al presidente Rinaldi. La società non perde tempo, accetta la scelta del tecnico di...

 Motta Sant'Anastasia e si rifugia subito in una soluzione interna: il centrocampista troinese Salvo Compagnone, già preparatore atletico del team giallorosso, è il successore di Zuccarello sulla panchina (si fa per dire) dell'Agira Nissoria.
"La stima nei confronti di Zuccarello rimane immutata ma era necessaria una svolta - dice il direttore sportivo Filippo Minnì - e per questo abbiamo deciso di accettare le dimissioni dell‟allenatore a cui rivolgiamo un grazie per l‟impegno profuso nel corso di questa stagione".
Ma ecco, inaspettata, anche una rivoluzione nel parco giocatori. Se era risaputa la partenza di Orazio Ingarao, che va via per motivi di lavoro, sono invece fulmini a ciel sereno gli svincoli del difensore Fabio Platania e dell‟attaccante Giuseppe Longo, che non hanno evidentemente soddisfatto in toto, e forse non esclusivamente da un punto di vista tecnico, la società.
In difesa, al posto di Platania, arriva il 29enne Toni D‟Amore, dotato di un ottimo tiro da fuori.
In avanti, a far coppia con Billy, sarà invece adesso Cristian Palumbo, 24 anni, esterno offensivo veloce già andato in rete alla "prima".
Ma i movimenti in entrata non finiscono qui: il direttore sportivo Minnì ha infatti pescato anche due centrocampisti, sempre provenienti dal catanese: si tratta di Alessandro Nicotra e Salvatore Giannazzo, vecchia conoscenza giallorossa.
I frutti immediati della rivoluzione appaiono positivi, visto che nelle ultime due uscite, ovvero nel dopo Zuccarello, capitan Garofalo e compagni hanno rimediato a Gela (0-0) e a Santa Maria di Licodia (0-1), senza subire reti, i loro primi punti in trasferta di questo campionato.

TONY D'AMORE SALVO GIANNAZZO ALESSANDRO NICOTRA CRISTIAN PALUMBO

Pubblicato in CALCIO - U.S.D. AGIRA A.S.D. NISSORIA

Stampa Email

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna