Agira.org: il portale di Agira


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.

Se continui la navigazione o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie accedi all'informativa estesa. Per saperne di piu'

Approvo
  • Home
  • Notizie
  • Natale in famiglia per 350 bambini bosniaci - Sabato 19 Dicembre

Natale in famiglia per 350 bambini bosniaci - Sabato 19 Dicembre

11990564 508409792652244_4164736411853104720_nSi terrà sabato 19 dicembre alle 9:30 presso il padiglione fieristico di Agira la 46a festa di accoglienza per i bambini bosniaci che saranno ospitati dalle famiglie associate al Cordinamento Regionale Volontariato e Solidarietà O.n.G. “Luciano Lama”

L’associazione che porta il nome di Luciano Lama, partigiano e politico italiano, segretario della CGIL dal 1970 al 1986, è nata nel  dicembre del 1992 presso la sede della C.G.I.L. di Enna quando, mentre la penisola balcanica veniva dilaniata dalla guerra civile e i media trasmettevano immagini di guerra, morte e disperazione, in stridente contrasto con l’atmosfera natalizia dei nostri territori, un gruppo di associati del sindacato ennese decise che era necessario mobilitarsi per dare un contributo di puro volontariato al fine di alleviare le sofferenze dei soggetti più deboli coinvolti nel conflitto jugoslavo.

L’associazione è pian piano cresciuta fino a diventare nel 1998 un Coordinamento Regionale, durante la sua attività ha collaborato con numerosi interventi di emergenza (convogli umanitari con beni di prima necessità, vestiario e medicine), cooperazione allo sviluppo (costruzione di un forno, di due caseificio, centro infanzia multietnico, centri polifunzionali per bambini, laboratori di ceramica, centri sociali, laboratori di sartoria e sale informatiche).

Scopo ultimo dell’associazione è il superamento dell’odio tra religioni e minoranze etniche investendo sui bambini e sui giovani, a tal fine l’associazione organizza da ormai 23 anni un progetto di accoglienza per bambini provenienti dalle tre maggiori etnie (Ortodossi - Cattolici e Musulmani), orfani o provenienti da famiglie disagiate , con l’obiettivo ultimo di creare rapporti di amicizia profondi e duraturi nel tempo che aiutino questi bambini meno fortunati a superare i traumi e gli effetti lasciati sulle loro vite dalla guerra.

Saranno 5 i bambini ospitati da 4 famiglie agirine (sono 350 in totale) per circa un mese nel periodo natalizio (con la possibilità di ripetere l’esperienza per 40 giorni in estate) con la collaborazione e il sostentamento anche economico di numerose attività commerciali e di molti privati, accoglienza che potrà diventare duratura nel tempo anche con la possibilità di riospitare gli stessi bambini per rinsaldare e rafforzare il legame tra la famiglie e i bimbi bosniaci. 

Durante la permanenza le famiglie ospitanti si faranno carico di tutte le esigenze dei piccoli, cercando di promuovere e sviluppare l’integrazione degli stessi e tra gli stessi con la società affinché diventino, da adulti, alfieri di una società multietnica, solidale e perfettamente integrata.

Chiunque voglia intervenire e dare il proprio contributo, non soltanto economico, potrà recarsi al padiglione fieristico agirino Sabato 19 dicembre dalle 9.30 in poi. 

Lo staff di agira.org augura una buona permanenza ai bimbi bosniaci con l’augurio che tali iniziative di volontariato “puro” possano servire da esempio a tutta la nostra società, affinché si ricerchi la soluzione ai numerosi conflitti da cui è dilaniata nell’integrazione, nella collaborazione, nell’accoglienza e non nella verticalizzazione di posizioni estremiste che contribuiscono solo ad alimentare odio tra popoli, etnie e fedi religiose.

Stampa Email

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna