Agira.org: il portale di Agira


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.

Se continui la navigazione o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie accedi all'informativa estesa. Per saperne di piu'

Approvo
  • Home
  • Notizie
  • Sta per arrivare ad Agira la Banda Ultra Larga. Internet diventerà super veloce

Sta per arrivare ad Agira la Banda Ultra Larga. Internet diventerà super veloce

Ad agira la banda ultra larga con la fibra ottica entro il 2017AGIRA. Basta lentezze alla linea internet e spazio all’innovazione. Sono questi gli obbiettivi dei Progetti denominati “Stella A” e “Stella B” che Telecom Italia vuole realizzare nel territorio siciliano e che presto arriveranno fino al centro abitato agirino. Il paese guidato dal sindaco Maria Greco verrà infatti capillarmente “cablato” con i cavi della nuova Banda Ultra Larga che dovrebbe garantire una velocità di almeno 700 megabyte per secondo.
Volendo fornire qualche esempio concreto, la banda ultra larga permette di scaricare in cinque minuti un film in qualità Dvd, ed in mezz’ora uno in qualità BluRay. La normale linea Adsl si ferma invece ad una velocità nettamente inferiore, tra i 20 e i 30 Mb al secondo. Tra l’altro in molte occasioni i cittadini agirini hanno pure dovuto assistere impotenti ad improvvisi blackout o a rallentamenti imprevisti della rete internet ed hanno più volte protestato contro i gestori della rete. Quella della banda ultra larga sarà dunque una vera e propria rivoluzione che attua una direttiva della Commissione Europea emanata nel 2012. L’obbiettivo è quello di eliminare il divario digitale tra le varie zone dell’Unione Europea rendendo più veloce lo scambio di dati e file e in generale la navigazione internet per uso privato, aziendale o amministrativo. Le due autorizzazioni ai progetti sono state rilasciate pochi giorni fa dall’Ufficio tecnico comunale ed i lavori dovranno iniziare entro tre mesi dalla data del rilascio. Presto dunque il paese si trasformerà in un grande cantiere con numerosi operai che saranno impegnati in interventi di scavo con tecnica tradizionale o “in minitrincea” e nella realizzazione di un totale di 46 pozzetti. I lavori del progetto “Stella A” dovrebbero concludersi in soli 10 giorni mentre quelli di “Stella B” dovrebbero protrarsi per 24 giorni di cui 16 giorni per apertura scavo, posa dei cavi e riporto in quota ed 8 per il ripristino della pavimentazione stradale. Naturalmente l’azienda è tenuta ad utilizzare gli stessi materiali già presenti per ricostituire i vari strati in modo da evitare gli “obbrobri” visti in passato come ad esempio in occasione della posa dei tubi del metanodotto. Lunghissimo l’elenco delle vie che saranno oggetto degli scavi: tra le principali, Via Vittorio Emanuele, Piazza Fortunato Fedele, via Bonerba, via Grande, Piazza Immacolata, via Palazzo, via Fontana Maimone, via Collegio, Largo Fiera, via Valenti e tratti della statale 121 e della provinciale 18. Luca Capuano

StampaEmail

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna