Agira.org: il portale di Agira


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.

Se continui la navigazione o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie accedi all'informativa estesa. Per saperne di piu'

Approvo

Un successo l'edizione "0" dell' "Invasione dei Cavalletti"

Video intervisteVideo artisti al lavoroSi respirava un'atmosfera diversa dal solito Domenica scorsa (21 Giugno 2015) per le vie di Agira, nei quartieri siti più in alto nel paese pieni, "invasi", da 25 artisti provenienti da tutta la Sicilia che, con pennelli, spray, ago e filo, inchiostro, matite, e con qualsiasi altro mezzo atto a trasferire su carta e tela un'impressione, un'emozione, un'intuizione, una visione, hanno dato vita all'edizione "0" del "Raduno di Artisti" L' "Invasione dei Cavalletti", atmosfere a cui, forse, i cittadini del nostro paesino sono poco abituati, o forse solo "disabituati", riguardando tra le pagine della nostra storia, infatti, forse l'arte e la storia appartengono e caratterizzano il nostro DNA. In tanti, infatti, i curiosi e gli appassionati, del nostro paesino e non, che hanno trascorso la giornata ad ammirare gli artisti intenti nelle loro creazioni, interloquendo e confrontandosi con loro durante le fasi di realizzazione lungo le stradine del borgo, e subito dopo nei locali di "Case al Borgo - Food and Beverage" dove le opere hanno trovato spazio per essere ammirate ed eventualmente acquistate.

paesaggio 1-La cima del monte Teja che domina le valli del Salso e del Simeto, con i ruderi dell'antico castello saraceno, che incorniciano il Lago Pozzillo su cui si specchia a debita distanza l'Etna, questo lo scenario, che a suo tempo ispirò ed incantò grandi come Elio Vittorini, che ha fornito idee e spunti d'arte ai più che, pur nella maggioranza non consci della bellezza del luogo, sono rimasti  incantati dallo stesso e hanno fatto promessa di ritorno al nostro bel paesino, per rivederlo, apprezzarlo, coglierne ispirazioni con le luci dei diversi momenti del giorno, e magari reimprimerlo su tela o carta. Qualcuno invece sceglie la nostra storia come motivo di ispirazione, raffigurando i nostri santi, o dalle caratteristiche dei nostri abitanti, dipingendo un volto tipico di donna agirina.

Stanchi ma soddisfatti gli organizzatori del raduno, Pina Angemi selezionatrice degli artisti intervuti, non nasconde la propria felicità ai nostri microfoni, e sottolinea l'unicità della manifestazione, che ha visto la partecipazione di artisti affermati, ma anche di semplici appassionati che si sono cimentati nella creazione di opere d'arte con tecniche e materiali completamente diversi tra loro. Occasione per valorizzare appieno le caratteristiche del nostro territorio, che nella sommità del quartiere "Santa Maria" fonde insieme paesaggi mozzafiato ed un tessuto urbano dal sapore antico, quasi medioevale, conservato, anche grazie al sapiente intervento di valorizzazione e recupero iniziato da qualche anno dalla struttura alberghiera "Case al Borgo". 

paesaggio 2-Tra gli ospiti intervenuti, Angelo Plumari, vicesindaco di Regalbuto ed esperto conoscitore del nostro territorio, che sottolinea l'importanza di queste manifestazioni ed l'importante ruolo che le stesse possono giocare nel rilancio dell'economia del nostro entroterra, che vive si di agricoltura, ma che potrebbe avere dal turismo enogastronomico, dai circuiti "slow food", da queste iniziative culturali, un volano per lo sviluppo. Idea condivisa anche da Maurizio Campo, architetto ennese ed esperto conoscitore di storia e di arte sacra, in rappresentanza del club Unesco di Enna.

Sono intervenuti anche Mario Termini e Leonardo Cumbo, famosi scultori siciliani, che sottolineano l'unicità della manifestazione e che si ritengono entrambi notevolmente soddisfatti dal livello delle opere create dagli artisti nel raduno "en plein air" agirino.

Solo qualche ora per tracciare un primo, positivo, bilancio per Filippo Mauceri, Art Director per "Case al Borgo" ed affermato autore e regista per Mediaset, che è già al lavoro per definire gli ultimi dettagli della prima edizione di "Entroterre Festival", un festival appunto diviso in due trance temporali, la prima dall' 1 al 4 luglio e la seconda dall'7 al 9 agosto che vedrà alternarsi sul palcoscenico naturale di "Case al Borgo Food and Beverage" artisti di fama nazionale, impegnati in concerti, musical, teatro e cineforum.

santi1-Volto Donna-Arte e cultura quindi saranno i protagonisti principali di questi "frammenti d'estate" targati Case al Borgo, un'occasione unica per trascorrere le vostre serate estive all'insegna della buona musica, dell'intrattenimento culturale, del mangiar bene, immersi nell'incantevole scenario del borghetto ennese, incastonato nel meraviglioso paesaggio circostante. 

In attesa di conoscere il programma dell'estate Agirina della nuova amministrazione, che ci auguriamo sia ricco e culturalmente interessante in modo da integrarecompletare le iniziative ricreative della struttura ricettiva agirina, vi invitiamo a presenziare al prossimo "Entroterre Festival" ad Agira dall'1 al 4 Luglio.

Qui di seguito un ricco reportage fotografico realizzato durante la manifestazione ed a breve il nostro servizio video e le interviste.

 

StampaEmail

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna