Agira.org: il portale di Agira


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.

Se continui la navigazione o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie accedi all'informativa estesa. Per saperne di piu'

Approvo

Pubblicata la gara d'appalto per i lavori alla scuola primaria "Marconi"

AGIRA. Il quarto settore del Comune agirino ha pubblicato un bando di gara con procedura aperta per i lavori non strutturali di messa in sicurezza del plesso “Guglielmo Marconi” della scuola primaria. Per ristrutturare l’edificio scolastico di Piazza Europa, costruito nel periodo del regime fascista, sono stati messi a disposizione 88.623 euro Iva esclusa e si aggiudicherà i lavori la ditta che riuscirà a praticare il prezzo più basso. L’intervento è reso possibile da un finanziamento di 112.00 euro del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti arrivato con un decreto dell’ottobre 2013. Le imprese o i consorzi di imprese interessati a partecipare alla gara hanno tempo fino alle ore 13 del 20 aprile per presentare le offerte o le domande di partecipazione. Ad occuparsi della gara è l’ U.R.E.G.A.- Servizio Provinciale di Caltanissetta ed Enna – Sede di Enna a cui dovranno essere indirizzate le raccomandate o consegnati i plichi nelle ore mattutine dei giorni 18-19 e 20 aprile. L’apertura delle buste avverrà il 28 aprile alle 9,30 nella sede U.R.E.G.A di via Pergusa a Enna. Nel dettaglio il progetto elaborato dall’Ufficio tecnico comunale nella persona del geometra Salvatore Caramanna prevede la rimozione di intonaci dei cornicioni e relativi risanamenti, smontaggio di apparecchiature di illuminazione e installazione delle stesse con ancoraggio a norma, rimozione di intonaci dai soffitti e posa in opera di controsoffitti con pannelli fonoassorbenti e resistenti al fuoco. «La sicurezza dei nostri bambini è una priorità per la nostra amministrazione -afferma il sindaco Maria Greco- è un intervento necessario visto che si tratta di un edificio che è stato costruito circa 80 anni fa e che dunque periodicamente ha bisogno di subire interventi di manutenzione».(*LC*) Luca Capuano

StampaEmail

Chi adotta un cane randagio non pagherà la bolletta Tari! Approvato il regolamento.

AGIRA. Se adotti un cane randagio non pagherai la bolletta della spazzatura: il rivoluzionario provvedimento ideato dall’amministrazione del sindaco Maria Greco è stato approvato all’unanimità dal consiglio comunale lo scorso 24 marzo ma è stato pubblicato all’albo pretorio giovedì 31. Chi adotta un cane catturato in paese riceverà dal comune agirino un contributo pari al tributo Tari fino ad un massimo di 400 euro per cani di taglia piccola, 450 per randagi di taglia media e 500 per quelli di taglia grande per tutto il periodo di vita dell’animale. Il regolamento prevede che chiunque, se è maggiorenne, se è titolare del tributo Tari e se non ha precedenti penali per reati di maltrattamenti ad animali, potrà adottare un cane. A parità di richiesta i cittadini agirini avranno però un diritto di prelazione nei confronti dei richiedenti residenti in altri paesi. Gli interessati, dovranno compilare un modulo disponibile presso gli uffici comunali e sul sito del comune di Agira, sezione “Albo pretorio online”. Un controllo veterinario stabilirà lo stato di salute del cane che poi diventerà di proprietà del richiedente e verrà registrato all’anagrafe canina. L’affidatario dovrà accudirlo a casa o in altri locali idonei alla specifica razza dell’animale e provvedere ad effettuare i vaccini e le cure necessarie. Incaricati del comune o del Dipartimento di prevenzione veterinaria dell’Asl controlleranno il rispetto di queste disposizioni. I trasgressori verranno denunciati dagli agenti di polizia municipale, dovranno restituire il contributo ricevuto e pagare la quota giornaliera di ricovero dell’animale fino a quando non verrà trovato un altro affidatario. «Ci auguriamo che questa iniziativa sociale abbia successo -afferma il sindaco Maria Greco- il fine è quello di migliorare il benessere degli animali e di limitare i costi del randagismo a carico della collettività». (*LC*) Luca Capuano

StampaEmail

L'impianto di illuminazione pubblica di 6 vie verrà riqualificato con lampadine a Led

AGIRA. Con una spesa di 70mila euro verrà riqualificato l’impianto di illuminazione di alcune importanti arterie cittadine. Con tre diverse determine dirigenziali emesse dal dirigente del 4° settore Guido Gagliano sono stati affidati alla società “Enel Sole” i lavori di manutenzione straordinaria degli impianti di pubblica illuminazione nelle vie Falcone, Borsellino, Zebbug, Vittime di Nassirya, Fontana di Maimone e nella strada della palestra comunale di contrada Urselluzzo. In un’ottica di risparmio energetico, l’amministrazione del sindaco Maria Greco ha deciso di sostituire gli attuali corpi illuminanti ai vapori di mercurio/sodio (85 in totale) con nuovi apparecchi di illuminazione a Led. Gli altri vantaggi dell’intervento sono una migliore resa cromatica, uniformità della luce, riduzione dei disservizi derivanti da lampadine guaste e riduzione delle emissioni di CO2 in atmosfera. Inoltre la durata di vita dell’innovativa sorgente a Led è di ben 15 anni, una longevità che ridurrà drasticamente i costi di gestione degli impianti. Intanto, per la cifra di 4785 euro Iva inclusa, la ditta “Big Mater” di Salvatore Lo Faro si è aggiudicata il cottimo fiduciario per la fornitura di materiali e noli per interventi di manutenzione delle arterie e strutture comunali. La ditta di Filippo Mazzocca si è invece aggiudicata il cottimo fiduciario, per un totale di 8693 euro, per la posa di opere in ferro per la sicurezza dei pedoni e la sistemazione di edifici comunali. (*LC*) Luca Capuano

StampaEmail

Consegnati i lavori del nuovo Palazzetto dello sport. Sarà pronto entro 4 mesi!

gioco legale pon sicurezzaAGIRA. Tra soli quattro mesi, a meno di grossi imprevisti, il paese avrà un palasport nuovo di zecca. Sono stati infatti consegnati i lavori per la costruzione di una struttura di oltre 400 metri quadrati che sorgerà in contrada Urselluzzo proprio accanto al vecchio palazzetto ed in sostituzione degli usurati campetti di tennis e calcio a cinque. Questa svolta è stata permessa dall’iniziativa “Io gioco legale” lanciata qualche anno fa dal Ministero dell’Interno che ha concesso a tantissimi comuni italiani, tra cui anche altri due ennesi (Troina e Nissoria), un contributo di 509mila euro per la costruzione di nuovi impianti sportivi. Questa cifra venne finanziata già nel 2012 grazie ad un protocollo d’intesa che venne sottoscritto con i comuni di Gagliano, Centuripe e Catenanuova che dunque in caso di necessità potranno utilizzare la struttura. L’amministrazione comunale agirina guidata dal sindaco Maria Greco, ha dovuto però aggiungere altri 50mila euro essendo il finanziamento insufficiente a coprire tutti i costi previsti. Ad aggiudicarsi i lavori è stata la ditta “Castrovinci” di Brolo che provvederà a preparare le fondazioni ed a montare una struttura prefabbricata. L’impianto si estenderà su 30 metri per 50 con spogliatoi esterni ma collegati al resto dell’edificio. Il pavimento interno sarà di materiale poliuretanico, quello esterno sarà realizzato con autobloccanti in calcestruzzo mentre il tetto sarà costituito da una struttura lamellare in legno termocoperta. Dunque l’Argyrium di calcio a 5 e la Ro.Ga. Volley Agira maschile e femminile presto vedranno svanire i problemi rappresentati dal sovraffollamento della vecchia struttura (più di 200 gli atleti tra prime squadre e vivai impegnati in allenamenti e gare) e dalla mancanza di una tribuna pienamente a norma. Intanto giovedì scorso il consiglio comunale ha votato all’unanimità l’approvazione di una variante anticipativa del Piano Regolatore Generale per allargare di ben 60mila metri quadrati la zona sportiva di contrada Urselluzzo. Un provvedimento importante perché adesso si potranno chiedere finanziamenti per altre strutture da realizzare nella stessa area come il nuovo campo di calcio che per adesso è solo un sogno. (*LC*) Luca Capuano

StampaEmail

Presto un nuovo spazio per il mercato settimanale dietro via Pertini

mercato comunaleAGIRA. L’amministrazione comunale del sindaco Maria Greco intende creare nuovi spazi per il mercato settimanale utilizzando l’area retrostante le case popolari di via Sandro Pertini e la strada comunale di contrada Casale ed adiacente la via Giacomo Matteotti. A seguito di una nota sindacale il dirigente del 4° settore, l’ingegnere Guido Gagliano, ha emesso una determina con cui dà incarico al Geometra Salvatore Caramanna di predisporre un progetto di massima per la sistemazione e pavimentazione dell’area che servirebbe anche per esigenze di protezione civile, eventi culturali e manifestazioni varie. L’esperto istruttore tecnico del Comune viene anche nominato responsabile unico del procedimento. Un primo intervento nell’area venne effettuato durante l’amministrazione Sanfilippo ma servono ulteriori lavori per rendere lo spiazzale pienamente fruibile per eventi di quel tipo. Spostare in quella zona parte degli stand del mercato risulta di vitale importanza anche per liberare per esigenze di sicurezza il passaggio veicolare verso il quartiere di via Cornito-via Pietro Micca. «Il precedente era stato un intervento preliminare -afferma l’ingegnere Guido Gagliano- con questo progetto che prevedrà la posa di asfalto o mattonelle cementate l’area avrà tutte le carte in regola per venire adoperata per esigenze di protezione civile. La spesa sarà sicuramente di oltre i 100mila e meno di 200mila euro. Utilizzeremo fondi comunali -conclude il dirigente- perché quando gli importi sono così modesti non si va a chiedere alcun finanziamento esterno». (*LC*) Luca Capuano

StampaEmail