Agira.org: il portale di Agira


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.

Se continui la navigazione o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie accedi all'informativa estesa. Per saperne di piu'

Approvo
  • Home
  • Tradizioni
  • Ricette tradizionali Agira

Ricette tradizionali Agira

96 Ricette Agirine di Angelo Nicosia - SCHIACCIATA DI VITTORIA (ricetta dell’autore)

SCHIACCIATA DI VITTORIA (ricetta dell’autore)


Ingredienti: 1 Kg. di pasta di pane lievitata, (va bene anche quella comprata dal panettiere), 15 mazzetti di prezzemolo, 1 kg. di cipolle, 2 sarde salate, 2 cucciai di salsa di pomodoro, un poco di sale e un poco di pepe nero macinato olio e margarina

Soffriggete nell’olio la cipolla tagliata a fettine sottili sino a quando si ammorbidisce. Togliete dalla padella la cipolla già fritta e nello stesso olio soffriggete il prezzemolo precedentemente lavato, tagliato finemente e asciugato. Riunite nella padella la cipolla e il prezzemolo e versateci sopra la salsa di pomodoro (anche quella in tubetto va bene) e fate cuocere un paio di minuti unendo il sale e il pepe prima mescolati tra loro.
Preparato questo composto, stendete (di volta in volta), con il mattarello su un ripiano di marmo spolverato di farina, un poco di pasta spianandola sino a raggiungere uno spessore di 2 millimetri circa (a gusto vostro) e tagliatela a forma di un rettangolo di 20 centimetri per 30 o più grande se vi piace.
Nella parte centrale del rettangolo, disponete porzione del composto senza raggiungere i bordi esterni della pasta e mettere 4 o 5 pezzettini di sarda, sparsi, quindi ripiegare una delle due parti laterali sopra questo strato di composto e ripetere la stessa operazione di prima ponendo sulla pasta il composto necessario.
Fatto questo, ripiegate l’altra parte e con le mani, arricciate la pasta dei due bordi laterali, per chiudere ermeticamente la schiacciata, che finita avrà la forma di un rettangolo di circa 10x20 cm. Posate le schiacciate dentro le teglie già unte di margarina e con la forchetta bucate la parte superiore in diversi posti in modo che durante la cottura, l’aria interna possa fuoriuscire. e poi, se volete un effetto migliore, spennellatele con bianco d’uovo battuto a neve e infornateli per circa un’ora e 1/4 controllandoli dopo questo tempo. E' preferibile che le schiacciate siano mangiate quasi fredde, per gustarne meglio i sapori. Infatti, il giorno dopo anche fredde, sono più gustose.

{source}
<script type="text/javascript"><!--
google_ad_client = "ca-pub-0393094176782117";
/* Pubblicità Ricette */
google_ad_slot = "6744565356";
google_ad_width = 728;
google_ad_height = 90;
//-->
</script>
<script type="text/javascript"
src="http://pagead2.googlesyndication.com/pagead/show_ads.js">
</script>
{/source}

Pubblicato in Pubblicazioni

Stampa Email

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna